Abbiamo 1568 visitatori e nessun utente online

I miei libri

Negrini Fabrizio
Presentazione

Fabrizio Negrini, nato nel 1957, vive e lavora a Ferrara come tecnico universitario. Ha prodotto numerosi lavori di divulgazione scientifica in campo botanico. Le vicende della vita lo hanno portato a occuparsi professionalmente di piante, ma la sua vera passione non sono le rose e i tulipani, bensì le stelle. Fin da quando era bambino, ogni notte, prima di andare a dormire, egli scruta il cielo per ammirare e studiare le costellazioni, le nebulose e le galassie, prima a occhio nudo, poi con un telescopio amatoriale ricevuto in dono dal padre. Le sue letture preferite: i romanzi di fantascienza di Asimov, di Clarke e di Herbert e i libri di astronomia, fisica e cosmologia, troppo numerosi per essere qui citati. Nei suoi frequenti viaggi in Italia e all'estero, egli non tralascia mai di visitare i musei scientifici e i planetari. La sua vocazione di scrittore nasce nel 2000 quando scrive il suo primo romanzo di narrativa: Strani Universi. Il romanzo giunge finalista ai premi “Italo Calvino” e “Solaria” e si classifica terzo al premio "Cercasi autore”. Nel 2003 Negrini scrive il suo secondo libro: La collana di grani di cristallo, storia agrodolce e vagamente fantasy di una quindicenne ammalata di cancro, che vola in Messico per tentare una cura sciamanica con l’ausilio di una collana magica (pubblicato da Prospettiva Editrice; attualmente fuori edizione). Nel 2009 egli scrive La torre di Myrddin, una fantadispensa su mago Merlino e il potere magico delle erbe (il libro contiene ricette di pozioni magiche scritte da mago Merlino in persona). Tra il 2010 e il 2011, il libro Strani Universi, ancora inedito, viene diviso in due parti e rielaborato. Nascono così le sue ultime due opere: L’ultima barriera, romanzo di fantascienza che narra le peripezie di Eva, una ragazza virtuale del XXVII secolo che compie un viaggio oltre i confini dell’universo conosciuto alla ricerca del significato dell’esistenza, e Universi gemelli, breve saggio cosmologico in cui si ipotizza che il nostro universo abbia un gemello composto da antimateria ed energia negativa.