Abbiamo 567 visitatori e nessun utente online

Antonella Amato
Alessandro e Giovanna: un sogno rivissuto da una dinastia

Alessandro e Giovanna: un sogno rivissuto da una dinastia
SINOSSI

“Alessandro e Giovanna: un sogno rivissuto da una dinastia ” è una saga familiare che vede protagonisti i destini di due famiglie, quella del marchese e quella del suo fattore. La topografia è reale e onirica e dalla Sicilia si sposta su Venere per poi finire in un’estatica Praga. È il sogno di un uomo che realizza un ideale mondo libero e felice in un ipotetico futuro tra realtà e fantasia; la fantasia che fa entrare in gioco, per realizzare questo progetto, il pianeta Venere e i venusiani, approdati sulla Terra, che vivono coi terrestri e come terrestri. Riferimenti alle realtà delle due grandi guerre mondiali e del fascismo. Tutto ha inizio con il pianeta Venere e la sua esplorazione, da parte del protagonista e finisce in una Praga quasi spettrale

PRIMO CAPITOLO

...

In realtà Nicotra, poco lontana dal gruppo in gita turistica, aveva trovato una pietra con l’iscrizione Selene. Il gruppo si allontanò, ed egli intenzionato a scalare la montagna vide, invece, un passaggio verso il mare e vagando sulla spiaggia di Venere trovò un piccolo lago salato, piccolo come la lacrima di una stella. Vide riflesse in quelle acque la maestosità di un corpo di donna e immaginò fosse la Selene, che difatti aveva origini venusiane, famosa a Catania negli anni sessanta del secolo passato. Allora, preso dalla bellezza di questa lacrima, immaginò che fosse veramente la lacrima di Selene diventata stella e che questo piccolo lago salato evocasse un amore perduto, in un paradiso perduto. Ebbro d’amore per questa stella si chiese dove fosse adesso, se il suo compito fosse quello di salvare gli uomini dalla follia o se si trovasse su una spiaggia sempre sotto le sembianze di un piccolo lago salato, per evocare i naufraghi annientati dal canto delle sirene e dare loro un’altra possibilità. Nicotra, allora, sentì di dover fare delle ricerche e di dover ricostruire la storia di Selene, la roccia che la vide nascere e la storia delle persone che la conobbero. E… con questo pensiero l’uomo di scienza si sentì improvvisamente riscaldato dai granelli di sabbia, come fossero più impetuosi della donna amata, tanto impetuosi da fargli vincere la solitudine e divenire una coperta per l’eternità. Come al tramonto si svegliò sulla spiaggia e l’amante era priva di calore e di vita, restava solo Valter a guardare la spiaggia immensa e deserta, ricordando Selene e la sua infanzia.

Esiste una versione Ebook?

si

Visita il profilo di

Share this product