Abbiamo 163 visitatori e nessun utente online

TERESA AVERTA
IL GIARDINO DI PASQUALINO

IL GIARDINO DI PASQUALINO
SINOSSI

La letteratura deve recuperare il suo ruolo centrale nella società e nella scuola di oggi. Un mondo, in cui la letteratura è stata relegata ai margini della vita sociale, è condannato a impoverirsi sul piano spirituale e a mettere a rischio la propria libertà. La letteratura, infatti, non solo svolge una grande funzione educativa dei singoli ma, ha anche un’importantissima funzione di difesa della democrazia e serve a rafforzare quel senso di unità, di appartenenza alla comunità umana, grazie alla quale, tutti gli uomini entrano. È questo, l’importante e utile messaggio che l’autrice Teresa Averta ha voluto far emergere con forza e convinzione nella sua fiaba “Il giardino di Pasqualino”. Una fantastica e interessante storia che prende spunti dal vero, in cui la Poesia rivendica un posto, “il suo posto” in questo fugace e triste tempo. La poesia pur di entrare di nuovo nel mondo, s’insinua dolcemente come una dolce e bella innamorata nel cuore dei suoi poeti che la decantano e la declamano, con i meravigliosi versi di un linguaggio universale, e solo loro riescono ancora a scriverla a battito di cuore.

PRIMO CAPITOLO

C’era una volta, nel paese di Calabrone, una casetta con una finestra molto piccola e stretta che si affacciava su un grande e meraviglioso giardino, ricco di piante odorose e alberi da frutto. Qui nacque Pasquale, una stupenda creatura dagli occhi grandi e neri e dal sorriso accattivante. Era un bel maschietto e apparteneva a una famiglia di umili origini. Il bambino cresceva sano e protetto dai genitori e dagli anziani nonni che lo amavano teneramente più di ogni altra cosa. Pasqualino era piccolo di statura ma assai carino e intelligente. Amava molto la scuola. I nonni gliela avevano, sempre, descritta come un posto dove accadevano meraviglie. E lui ansioso di conoscere e sapere... non vedeva l’ora di andarci. Calabrone, il suo paese natio, si trovava vicino al mare, e si chiamava così perché era pieno, zeppo di calabroni, a causa di tutti i buoni e dolci frutti che crescevano sugli alberi.

Specifiche

Esiste una versione Ebook?

si

Prezzo Ebook

€ 11,99

Visita il profilo di

Share this product