Abbiamo 158 visitatori e nessun utente online

TERESA AVERTA
STUPENDELLA

STUPENDELLA
SINOSSI

Una fiaba che educa, forma, fa comprendere, e aiuta a superare i drammi della vita, in un percorso evolutivo dei personaggi chiave che attraverso valori come l'amicizia e la condivisione, diventano un tocca sana per la mente e il cuore di ogni bambino che si riflette nel racconto. Ogni problema, fisico o morale, anche il più difficile può trovare soluzione se affrontato e risolto con umiltà e semplicità di cuore. Il problema della nostra Principessa non fu risolto dalla famiglia, né dai nobili, e neppure dagli Esperti del Regno. Si arrivò alla soluzione grazie all’amicizia e all’amore disinteressato di un saggio principe. Stupendella nel suo magnifico castello ha il potere di avere tra le mani tutta la meraviglia del mondo, ma leggendo questa fiaba, ci si accorge che a volte siamo limitati in una prigione di abitudini e di schemi... molto spesso imposti dall’esterno. Basta fare un piccolo passo più in là, e come i bambini, riscoprire quella forza che da sempre ci appartiene. La morale di questa fiaba ci permette di sviluppare la fiducia nelle proprie risorse e lascia nel lettore di qualsiasi età, la certezza che la vita è bella e, nonostante tutto, ci riserva sempre delle opportunità per riuscire a realizzare un bel sogno o un cambiamento tanto desiderato.

PRIMO CAPITOLO

Nel lontano 1235 a Monteleone di Calabria, città e roccaforte militare immersa nella verde collina del territorio calabrese, si ergeva un grande castello che si distingueva da tutte le altre simpatiche casette e casettine. Nonostante il suo nome strano, il castello di Piantomorto era elegante, misterioso e affascinante. Aveva un aspetto esteriore che t’invogliava ad andare dentro … ad attraversare silenziosamente quelle mura antiche. Era così grande che chiunque avrebbe potuto costruirci una comoda casa con un grande giardino colorato e una vista mozzafiato … un castello dal cuore immenso che accoglieva tutti. Il cuore di Piantomorto era grande ma, era solo il cuore di un castello e non era caldo quanto il cuore di una persona, al contrario era freddo e ghiacciato. Era vuoto, sì, perché non vi abitava nessuno, ma era freddo e tenebroso a causa delle sue mura intrise di polvere e di antichità. Conservava nelle sue viscere tanta storia... tanto mistero, forse una leggenda, una strana e meravigliosa leggenda. -Ho sempre amato storie, avventure e leggende ma forse questa, questa non era una leggenda... credo fosse una favola... e potremmo scoprirlo insieme... leggendo...

Specifiche

Esiste una versione Ebook?

si

Prezzo Ebook

€ 10,99

Visita il profilo di

Share this product