Abbiamo 552 visitatori e nessun utente online

Bottarelli Daniela
Presentazione

Mi chiamo Bottarelli Daniela Odea e sono nata a Brescia nel 1987. Nel 2010 ho conseguito la laurea come Educatrice Professionale Sanitaria ed ho lavorato a stretto contatto con diverse realtà sociali. Fin dall'adolescenza ho coltivato la passione per la lettura e soprattutto per la scrittura. Mi sono ammalata di cancro nel 2012 e da sei anni sto combattendo questa dura battaglia per la mia vita. Questa malattia mi ha tolto tanto, ma non la mia voglia di lottare, di crescere, di amare e di donarmi al prossimo.. Ho deciso di condividere parte di me attraverso la scrittura e per questo ho iniziato a partecipare a diversi concorsi letterari. Nel mese di ottobre 2016 ho pubblicato la mia prima raccolta di poesie intitolata “Ho riscoperto il profumo della mia pelle” con Aletti Editore, collana Gli Emersi . Questo mio primo testo edito ha ricevuto molti riconoscimenti in diversi premi: Presentata come silloge di poesie presso il concorso Ebook in versi 2016, indetto dal Club degli Autori, ha ricevuto un riconoscimento di merito da parte della giuria. Questa la motivazione del presidente della giuria, Massimo Barile: “Daniela Bottarelli offre, con profondo amore, il suo “viaggio di riflessione di riscoperta di sé stessa”, riportando il terribile percorso vissuto e sofferto a causa di una grave malattia. Il dolore e l'angoscia hanno generato “ nuova sensibilità” e la sua poesia diventa strumento di rinascita”. La poesia “Voglio essere adesso”, contenuta nella raccolta, si è classificata al quarto posto al Concorso “Il giro d'Italia delle poesie in cornice 2016”, indetto dalla Casa Editrice Montedit e dall'Associazione Culturale Il Club degli autori. La poesia “Io ce la farò”, si è classificata finalista al Concorso “Marguerite Yourcenar 2016”. Partecipando al premio “Lions Club-Energia per la vita”, ha vinto il premio della giuria come libro edito di poesia. Questa la motivazione della giuria e del presidente della giuria Alessandro Quasimodo: “ ….Io sono io: emerge con forza questo messaggio da un libro complesso, spigoloso, emotivamente forte (…). La poesia stessa diventa cellula, si scinde, si trasforma in un verso bulimico di vita, diventa strumento di resistenza. Un libro mai concluso in sé, che può parlare solo della grandezza umana, del suo limite finito che porta comunque all'idea che qualcosa di infinito rimane in noi, che è davvero possibile “perdere i propri colori per acquistarne altri”. Partecipando al premio “Poesia, prosa ed arti figurative” ed al “Premio Teatrale Angelo Musco”, si è classificata terza nella sezione dei libri editi di poesia. Inerente al testo “Ho riscoperto il profumo della mia pelle”, ho scritto un monologo teatrale che porto in giro, per raccontare al pubblico la mia storia, in modo auto ironico e coinvolgente. Porto un po' di me agli altri, trasportandoli, attraverso le mie poesie, in un viaggio di luoghi, vissuti ed emozioni che andranno ad attivare le persone che mi ascolteranno. C’è un’unicità in ciascuna persona ed altrettanto unico e irripetibile è il senso e la presenza nel mondo di ciascuno di noi. Gli incontri che propongo, fanno parte di un percorso di crescita per imparare a muoversi da una dimensione di sfiducia e di chiusura ad una di fiducia e di apertura verso se stessi e l'esistenza. Questo viaggio offre gli strumenti per affrontare un processo di trasformazione, partendo dal proprio essere interiore, per mettersi all'ascolto di emozioni e pensieri, che, una volta espressi, porteranno ad una maggiore consapevolezza. Attraverso la poesia, si possono raggiungere posti incredibili, diventare ciò che vogliamo, viaggiare su di una rotta tutta da scoprire!. La poesia diventerà un punto di incontro tra realtà e follia, quella follia che ci permette di amare e sperare, nonostante tutto, in qualcosa di meglio. Le persone che partecipano ai corsi e ai seminari da me tenuti sono condotti in una dimensione di accoglienza, di amore, di sostegno e di fiducia verso di sé e verso gli altri e ciò determina unione ed armonia con gli altri partecipanti. La “risonanza” e l’empatia con gli altri che compiono la stessa esperienza, ciascuno con le proprie caratteristiche, abilità e talenti, permette di ampliare gli effetti delle scoperte di ciascuno e di sostenerle amorevolmente. Ho scritto un romanzo giallo intitolato “Metamorfosi omicide”, pubblicato con serratarantola editore nel dicembre 2016, classificatosi finalista al Premio Letterario Internazionale Gaetano Cingari ( XI Edizione ). Inerente a questo testo, ho scritto una sceneggiatura teatrale che propongo al pubblico, coinvolgendolo direttamente nell'atmosfera del thriller. Gli ospiti che partecipano alle mie serate vengono suddivisi in gruppi. Ogni gruppo riceve una busta contenente le caratteristiche del personaggio che dovrà interpretare, l'alibi per l'omicidio della sceneggiatura e gli obiettivi che dovranno raggiungere. Propongo delle serate in giallo da trascorrere in compagnia con un gioco entusiasmante: carte alibi, carte indizio, carte enigmi: tutto l'occorrente per poter affrontare le prove e scoprire l'assassino! “In un sussurro di vento” è il titolo del mio terzo libro edito (Aletti editore, maggio 2017), inerente la poesia. In questi mesi sto creando eventi per la promozione e la diffusione di questo mio nuovo testo, edito a fine luglio 2017. Partecipando al premio letterario Pietro Carrera 2017, per il Convivio Editore, ho ricevuto la segnalazione di merito per la mia silloge inedita “Un forte rumore di pensiero” ( edito da Convivio editore, agosto 2017 ) Questo libro è la mia terza raccolta poetica che racchiude in sé il sentimento più delicato e prezioso che possa esistere in questo mondo: l'amore di una madre per il proprio figlio.

Specifiche