Abbiamo 235 visitatori e nessun utente online

Giorgio Simoni
Nati per morire

Nati per morire
SINOSSI

Al comando compagnia, il maresciallo Ettore Spada sta imparando a convivere col nuovo capitano: una giovane donna fresca d’accademia. Mentre la fidanzata scalpita per le sue mancanze. Spada, durante una notte di servizio, arresta i genitori di Yari. Il bambino rumeno finisce nella casa d’accoglienza “I Ludici”. Qui, attraverso la recinzione, conosce Marco: un coetaneo emaciato e insicuro, attratto dalla sua forza d’animo. L’instaurarsi dell’amicizia con un clochard molto particolare, che parla in rima, che ripete sempre una frase: “vento… mangia vento”, che vive anche lui alla casa di accoglienza, scombina tutti gli equilibri e, dopo avergli confidato un segreto, suscita nel ragazzino rumeno la voglia di fuggire. Il clochard ha iniziato a parlare troppo e viene trovato morto al bordo della strada. Spada scopre degli indizi che lo insospettiscono. Il procuratore non è d’accordo col maresciallo e tutto si complica. Il capitano si convince che Spada potrebbe aver ragione; è necessario ritrovare il bambino fuggito. Alla casa di accoglienza sono successi dei fatti precedenti che alimentano dei dubbi atroci. Quale sarà la sorte di Yari e Marco? Due ragazzini che il destino ha fatto incontrare, e che non sono certo “nati per morire”, ma la cupidigia dell’uomo può disporre diversamente. Spada dovrà compiere una lunga rincorsa per lottare contro il male e rimanere comunque con l’amaro in bocca e salvare solo in parte la propria coscienza.

Specifiche

Esiste una versione Ebook?

no

Visita il profilo di

Share this product

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.